Nudismo in Italia, dove?

Prima di affrontare nei dettagli la localizzazione dei luoghi italiani dove si pratica il nudismo, è opportuno fare una breve premessa sulla differenza sostanziale fra i concetti di nudismo e naturismo.

Il nudista si spoglia perché gli va di farlo, perché trova in quel gesto la migliore espressione di sé. Il nudismo è cioè il semplice atto di spogliarsi in un luogo pubblico al di là di ogni considerazione sociale, morale o di costume.

Il naturista si spoglia in pubblico per adesione a una filosofia di vita che contempla la socialità, lo stare bene insieme e la condivisione pacifica di idee e di esperienze. È bene dunque non confondere le due pratiche dello stare nudi in pubblico, almeno concettualmente, visto che nella pratica gli stessi luoghi possono essere frequentati sia da naturisti che da nudisti. Passiamo allora a illustrare i più noti luoghi italiani dove spogliarsi in pubblico e magari scattare qualche foto sexy della nostra partner da inviare alla community di scattisexy.com.

Il nudo al Nord

Nella cittadina di Lido di Jesolo, in Veneto, troviamo la Spiaggia del Mort, bellissimo luogo dove praticare naturismo, molto ambito anche dai turisti europei.
Scendendo un po’ a sud e spostandoci in Liguria, la Spiaggia di Guvano offre un paesaggio incontaminato dove stare nudi sotto il sole. Il meraviglioso scenario delle Cinque Terre faranno da cornice a tutte le vostre foto sexy nude che scatterete, foto degne delle migliori posizioni in scattisexy.com. Unico neo della spiaggia è il percorso un po’ faticoso per raggiungerla. Ma ne vale sicuramente la pena.

Il nudo al Centro

Passiamo subito in Toscana, regione da sempre tollerante e accogliente, dove ospita in un territorio selvaggio e immerso nella natura, fra pinete e mare, il Nido dell’aquila, spiaggia naturista ufficialmente riconosciuta. A pochi chilometri da San Vincenzo, in provincia di Livorno, la spiaggia è frequentata da naturisti già a partire dagli anni ’60. Interessante anche la sua parte dedicata (tacitamente) alle coppie gay e scambiste etero.
Nel Lazio, invece troviamo una spiaggia un po’ meno recente, ma sicuramente già attiva dagli anni ’70. È la Spiaggia di Capocotta, a Ostia: 250 metri di arenile nella riserva di Castel Porziano, che il comune di Roma ha ufficialmente destinato alla pratica del naturismo.

Il nudo al Sud

Se invece siamo appassionati di scatti hot al sole caldo del sud, come nelle migliore tradizione di scattisexy.com, possiamo andare in Campania, nella Spiaggia del Troncone a Marina di Camerota, un arenile di ciottoli e sabbia che dal 2011 è stato ufficialmente riconosciuto luogo di naturismo. Mozzafiato le sue tre calette riparate dal costone di roccia.
E poi ancora in Abruzzo, dove la Spiaggia Lido Le Morge, nel comune di Torino di Sangro, è un incantevole luogo di relax naturista, con arenile formato da grandi ciottoli (morge in dialetto abruzzese) e scogli affioranti dall’acqua a poca distanza.