Direttrice di un centro estetico o escort Firenze ? Questo è il dilemma!

È da 5 anni ormai che ho aperto il mio centro estetico nel cuore di Firenze e devo dire che mi trovo molto bene, all’inizio mi dicevano: “ma che fai Letizia, non buttarti in qualcosa di cui potresti pentirti se non hai le idee davvero chiare.” Ebbene no, io le idee chiare le ho avute sin da subito e ho sempre pensato che un centro estetico nel cuore della città potesse essere l’ideale per una ragazza come me che ha bisogno di stare a contatto con la gente ed ha talmente tanta ambizione di arrivare che farei carte false per raggiungere i miei obiettivi. Il mio passato parla da solo, sono una sexy girl con una vita vissuta all’insegna delle cose materiali e del sesso.

Non sto parlando solamente di carriera professionale infatti ma mi riferisco anche all’opportunità di conoscere nuove persone, donne, uomini e trans con le quali condividere alcuni momenti di piacere e di relax, la dove ci sia il giusto feeling e un’attrazione di base. Infatti, più che spinte professionali, ho avuto la gioa ed il piacere di ricevere delle spinte letteralmente fisiche a sfondo erotico.

È già successo un paio di volte in questi 5 anni di conoscere degli uomini che venivano nel mio centro estetico per farsi le lampade, oppure per sistemare le sopracciglia, o per altri piccoli ritocchini estetici che li rendessero più gradevoli a se stessi a agli altri. E come dicevo, in un paio di occasioni ho avuto il piacere di approfondire delle amicizie nel retro del mio centro, la dove tengo i prodotti di bellezza è stato profanato il mio invitante culetto almeno due volte, esattamente come farebbe una escort che fa sesso per soldi. Ebbene, io l’ho fatto per il piacere di farlo.

Tutto è nato da una semplice presentazione tra me e loro e nel parlare del più e del meno, sono iniziati dei giochi di sguardi sempre più chiari e diretti che mi hanno portato a fare esperienze sessuali inusuali e alle quali non avrei mai pensato in tempi non sospetti. Prima è stata la volta di Luca che con la sua lingua mi faceva impazzire quando mi bagnava strofinandola sul mio clitoride, sapeva perfettamente come farmi godere, evidentemente aveva esperienza con altre ragazze o con delle accompagnatrici che frequentava, chissà.

Fatto sta che lui non aveva limiti, mi leccava e con le dita dilatava il mio culo. In un lampo mi sono sentita penetrare analmente e nel giro di poco ero in preda alla mia stessa passione per mano di un altro. Intanto di là la mia socia e amica portava avanti il lavoro, facendo probabilmente finta di nulla e continuando a conversare con i clienti. Io sapevo che lei sapeva, da buona amica che è non ha mai avuto niente da dire in proposito, capiva le mie esigenze e la particolarità di certi momenti perché anche lei ogni tanto si lascia andare al sesso e agli impulsi esattamente come ogni girl che provi sentimenti di passione.

L’ultima volta che abbiamo fatto roba nel negozio Luca mi ha proposto di inserire un annuncio come escort Firenze in qualche portale dedicato, perché lui sosteneva che io fossi davvero brava e porca nel fare sesso e sempre secondo la sua esperienza, io rappresentavo quel genere di girl che ogni uomo vorrebbe pagare almeno una volta nella vita, pur di farci sesso in tutte le salse. All’inizio non sapevo come prenderla, se considerarla un’offesa o un complimento. Io che pubblico un annuncio per incontri escort su internet ? Assurdo ! Ma poi ci ho riflettuto sopra ed ho capito che il consiglio di Luca nasceva spontaneamente allo scopo di farmi capire che io sono davvero brava quando si tratta di scopare.

L’ultima esperienza è stata con Patrizio dentro la saletta della lampada viso, è stato in ottobre, io gli stavo programmando la macchina, quando ad un certo punto mi sono sentita infilare due dita nella figa da sotto la vestaglia bianca che mi copriva la gonna. Complice di quell’episodio fu il fatto che io non indossassi le mutandine come guarda caso anche le accompagnatrici fanno quando ricevono i loro clienti, perciò per lui è stato uno scherzo entrarmi dentro e farmi godere per tutto il tempo che lui è stato li a farsi bello. Un’esperienza unica e difficilmente ripetibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + sette =